home page  
         


::Contenuti::

 

 
Mantenersi in forma
Sentirsi in forma è piacevole è  fa bene all’anima e per raggiungere questo obiettivo niente è meglio di buona attività fisica, anche leggera, possibilmente costante, adatta alla nostra età e ai nostri impegni quotidiani. D’altronde l’esercizio fisico fa bene a tutti: a chi non lo ha mai fatto, alle donne in menopausa, agli anziani e ai bambini. E poi anche a chi vuole perdere massa grassa naturalmente, agli appassionati della bellezza e della forma, appunto. Un esercizio non da atleti, non necessariamente a pagamento, magari svolto all’aria aperta e in compagnia, in qualsiasi momento della vita avvia processi biochimici a livello dei diversi organi e apparati: il cuore accelera i battiti, il sangue scorre più velocemente, la respirazione si fa più frequente e profonda, i grassi vengono smaltiti, la muscolatura si rinforza. Sul lungo termine poi riduce il rischio di contrarre in età avanzata coronaropatie e cardiopatie, osteoporosi, obesità, diabete di tipo 2 e alcuni tumori. Avrebbe addirittura un effetto significativamente positivo sull’attenzione e sulle capacità cerebrali negli anziani che lo praticano in fase aerobica con costanza, come dimostra uno studio pubblicato di recente sui Proceeding of the national Academi of science; insomma, mentre si cerca la forma si trova la salute fisica e pure mentale.
l'attività più adatta per dimagrire:
Non esiste una ginnastica dimagrante e  come  tutti sanno, si perde peso quando l’energia in entrata, che esprimiamo in calorie e/o in joule, è inferiore a quella in uscita; pertanto per evitare e/o combattere l’obesità è senza dubbio consigliabile fare molto movimento, ma altrettanto importante è una dieta adeguata ai nostri fabbisogni. Le attività più adatte a limitare l’eccesso ponderale sono quelle aerobiche cioè quelle che per la contrazione muscolare e il movimento oltre ai carboidrati utilizzano  grassi come carburante prevalente e in presenza di ossigeno. Nuoto, jogging e bicicletta e ginnastica aerobica, e tutte le attività a bassa intensità ma, protratte per un lungo periodo di tempo , vanno dunque bene per ritrovare il peso e la forma ideale.
la più adatta alla terza età
Per molti ultra sessantacinquenni, uomini e/o donne, camminare a passo sostenuto, per 20-30 minuti possibilmente tutti i giorni è sufficiente per ottenere benefici  sul piano della salute e della forma e perché no dell’aspetto. Stando però a una pubblicazione dell’agenzia statunitense per il controllo delle malattie  l’attività blanda, ancora non basterebbe. Anche la potenza, ovvero esercizi più vigorosi, sebbene non eccessivi, avrebbero la loro importanza nel raggiungimento degli obiettivi di salute per chi è in età. Su questo punto però gli esperti non concordano: secondo i più lo sport a media-alta intensità potrebbe essere deleterio superati i 70 anni.
regolarsi nella scelta di uno sport per i più piccoli
La scelta dello sport va fatta praticando il buon senso e il rispetto, vale a dire optando per un'attività adatta all’età, alle dinamiche di sviluppo, alle capacità fisiche e motorie dei piccoli, ma che sia anche gratificante, che piaccia al bambino e lo faccia sentire adeguato. In linea di massima, e generalizzando, verso i tre anni può essere adatto un programma di ambientamento all’acqua: baby nuoto lo chiamano alcuni. Tra i tre e i sei anni sono indicati il nuoto ma anche il calcio e in genere tutte le attività cosiddette ludico-motorie, in grado di avviare i più piccoli allo sport attraverso il gioco e lo svago. Dai sei, agli otto anni sono consigliate le discipline che favoriscono un migliore controllo dei movimenti per esempio, tra le altre, danza e ginnastica artistica per le femmine e anche arti marziali per i maschi. Dopo gli otto anni, quando il bambino è in grado di accettare le dinamiche di gruppo, vanno bene la pallamano, il basket, la pallanuoto. Con la pubertà, e poi con l’adolescenza, si possono indirizzare i ragazzi verso allenamenti mirati allo sviluppo della forza e alla pratica sportiva vera e propria. Meglio gli sport di squadra, che favoriscono il confronto sereno e l’aggregazione sociale.
il nuoto è lo sport ideale
Il nuoto è  uno sport completo perché oltre a migliorare, come fanno tutte le  discipline l’efficienza cardiocircolatoria e respiratoria, richiede anche  un impegno totale e contemporaneo di tutto il corpo: braccia, gambe, testa, tronco e  quindi un coinvolgimento di tutti i distretti articolari e muscolari. . Di conseguenza benché si tratti di uno sport completo e consigliabile ai bambini , ma anche agli adulti per recuperare la forma fisica, il nuoto non può essere considerato correttivo di eventuali deviazioni della colonna vertebrale.
Ci sono attività ad hoc per le diverse fasi dell’età Per un adulto sano la scelta di una disciplina sportiva è sostanzialmente condizionata dalle preferenze individuali. In ogni caso occorre tenere presente che:
tra i 20 e i 30 anni si raggiunge il massimo della prestazione sportiva
tra i 30 e i 40 il mantenimento di una buona forma fisica è legato alla regolarità del programma seguito così si possono ottenere buoni livelli nelle prestazioni specialmente se negli anni precedenti in cui ci si è mantenuti attivi
dopo i 40 anni i programmi di attività andrebbero ripensati soprattutto nella distribuzione del carico di lavoro
dopo i 60 anni non vanno scelti esercizi che sollecitino eccessivamente la colonna e l’apparato muscolo-scheletrico; sono consigliati per esempio camminate, nuoto, jogging
Fondamentale per chiunque a 40 anni, in particolare dopo i 60 e specialmente se con un passato di immobilità di lungo corso è di  adattarsi gradualmente al movimento, e poi scegliere attività semplici e piacevoli. Il tutto e subito, senza ‘se’ e senza ma non funziona!
A cura di Tina Simoniello
Giornalista



 


::Contenuti::

::Menù::
::Link::
::Link::
::Link::
::Link::
::Link::
::Link::
::Link::

::Menù::
::Link::
::Link::
::Link::
::Link::
::Link::
::Link::
::Link::

::Menù::
 

::::