home page  
         


::Contenuti:

 

Che cos’è la paura di volare?

La paura di volare, è un timore molto diffuso, sia tra coloro che utilizzano l’aeroplano, come abituale mezzo di trasporto e  sia tra coloro che non hanno mai volato o sara la loro prima volta. Può manifestarsi in qualsiasi momento di un volo, breve o lungo, di lavoro o di piacere, programmato o improvvisato, tranquillo o turbolento ecc....

Tutte le fasi del viaggio in aereo, possono essere vissute con tanta  paura, anche se ne esistono alcune molto temute, come il decollo e/o l’atterraggio, o alcune condizioni meteorologiche che più frequentemente suscitano ansia e timore , prima tra tutte la turbolenza, che  seguita dai temporali e  dalla nebbia e dal vento forte.

L’intensità del timore va dal semplice, più o meno lieve disagio avvertito prima o durante il volo, e anche al terrore assoluto che impedisce alla persona  di affrontare il volo o/e qualora ciò sia impossibile, provoca disagi molto seri ,fino alle crisi di ansia acuta e al panico.

La paura di volare può essere avvertita anche da chi non ha mai volato, bloccandolo fin dalla pura e semplice decisione di prendere l’aereo.

.

A quale età si manifesta

Non si può stabilire un’età precisa di esordio della fobia del volo, o meglio questa è molto varia: alcune persone ricordano di avere avuto paura “sempre”, altre dopo un primo periodo di voli senza problemi ricordano di aver cominciato "gradualmente” ad avere sempre più paura, altre ancora riferiscono esordi “improvvisi”, talvolta in seguito a traumi di volo, altre volte senza causa specifica apparente, altri infine attribuiscono la genesi del fenomeno proprio all’avanzare dell’età, all’aumento di consapevolezza che questa porta con sé, all’aumento dei pensieri legati alla morte.




Quali fattori scatenano la paura dell’aereo?

L’aereo si stacca da terra, resta sospeso e si muove nel vuoto, ovverosia vola. L’evoluzione del tempo e lo stato attuale dell’evoluzione del volo in diverse forme, come mezzo di trasporto (aerei di linea), come mezzo di difesa e guerra (aerei ed elicotteri militari), come mezzo di divertimento ed ebbrezza (parapendio, paracadutismo), come mezzo di esplorazione dello spazio (navicelle spaziali), fa pensare come l’uomo abbia sempre pensato al volo con paura e, contemporaneamente, con forte attrazione e sfida. Insomma l’aereo è un buon contenitore nel quale far confluire diverse paure. Gli aspetti psicologici con cui ci si confronta nel prendere l’aereo sono dunque diversi:

Spesso da ciò che le persone descrivono sulla paura della morte in aereo ci si rende conto che ciò che temono non è tanto la loro fine, ma l’idea di abbandonare i loro cari.

gli incidenti aerei sono meno frequenti di quelli automobilistici o ferroviari, ma quando avvengono non si salva nessuno”. Questo è il pensiero più ricorrente.

Il malessere fisico legato alla velocità, all’altitudine, alle variazioni di pressurizzazione tipiche del volo, può essere interpretate dal soggetto come segnale di pericolo o addirittura di morte imminente.



 


::Consigli::

::Menù::
::Link::
::Link::
::Link::
::Link::
::Link::
::Link::
::Link::



::::